Stai leggendo:
  • Home
  • Approccio clinico

Il mio approccio

L’approccio Cognitivo - Comportamentale risulta ad oggi una modalità di trattamento valido ed efficace come dimostrato da numerose ricerche di carattere internazionale. Tale orientamento psicoterapico ha l’obiettivo di agire sul disagio emotivo, sul pensiero e sul comportamento in maniera attiva ed attraverso la piena collaborazione con il paziente. Capita di sentirsi tristi, arrabbiati, felici o spaventati.  Le emozioni citate prima sono sempre legate ad un evento. Possiamo ricordare il perchè abbiamo provato certe emozioni. Ma la relazione evento-emozione non basta a spiegare il funzionamento mentale della persona. Esiste un altro fattore, estremamente importante, il pensiero. Quest’ultimo agisce in maniera così veloce che spesso non ci rendiamo conto del suo intervento. Ma rendiamo il tutto comprensibile con un esempio:

"Stai tranquillamente camminando per i corridoi dell’ufficio dove lavori. Non ti rendi conto che il pavimento è bagnato e, scivolando, cadi per terra dinanzi i colleghi che restano a fissarti. Ebbene, da quel momento potresti esclamare: “ Che figuraccia!  Adesso penseranno che sono un imbranato, che non ne faccio mai una giusta!  Oppure: " Che male! Qualche sbadato avrà versato dell'acqua. Poteva andarmi peggio, alla fine non mi sono fatto nulla di grave". Sicuramente avrete notato come la prima reazione emotiva all'evento sia totalmente opposta alla seconda. Nella prima situazione la persona ha focalizzato l'attenzione sul giudizio dell'altro che inevitabilmente porta ad un giudizio su di sé e sulle sue qualità provando ansia, cercando di allontanarsi il prima possibile. La seconda situazione invece pone il pensiero della persona solo sul dato descrittivo ovvero che scivolando poteva farsi male ma non è andata così.

Questo esempio serve a risaltare il ruolo del pensiero, di quanto esso possa influenzare non solo gli eventi ma soprattutto le nostre emozioni. Obiettivo della Terapia Cognitivo-Comportamentale è guidare la persona alla scoperta del pensiero che, valutando negativamente la situazione, causa l'emozione spiacevole. La persona imparerà, insieme al terapeuta, a mettere in discussione il pensiero attraverso l'impiego di strumenti pratici che potrà portare sempre con sé raggiungendo l'autonomia. 


Dott. Sandro Veltri
Psicologo

Ambiti di intervento
  • Disturbi d’Ansia: Attacchi di Panico, Fobia Sociale, Fobie Specifiche, Ansia di Malattia, Paura di Volare, Paura di guidare in autostrada;
  • Disturbi Ossessivo-Compulsivi;
  • Disturbi dell’Umore: Depressione;
  • Disturbi del Sonno: Insonnia Cronica;
  • Disturbi Sessuali: Calo del Desiderio Sessuale, Eiaculazione Precoce, ritardata, assenza di orgasmo;
  • Corsi di Rilassamento: Training Autogeno – Rilassamento Muscolare Progressivo.
  • Disturbi Alimentari: Anoressia , Bulimia, Binge Eating, Eccessiva Attenzione alle regole alimentari (Ortoressia), Ossessione per il fisico perfetto (Visnoressia);
  • Neuropsicologia: Valutazione delle facoltà cognitive (attenzione, linguaggio, memoria, orientamento, autonomie) attraverso l’impiego di test specifici. Attualmente collaboro con un medico specialista in neurologia;
  • Disturbi di Personalità: Narcisismo, Personalità Dipendente, Borderline;
  • Training Comunicazione Efficace – Assertività: Potenziare la proprie capacità relazionali;