Stai leggendo:
  • Home
  • Tecniche di Rilassamento

Tecniche di Rilassamento

Le tecniche di rilassamento sono delle azioni volontarie utili, all’interno del percorso terapeutico e non, per la gestione di stati ansiosi e stress. Obiettivo delle tecniche è quello di alleviare le tensioni e ristabilire l’equilibrio psicofisiologico della persona. Le tecniche di rilassamento maggiormente impiegate all’interno di specifici protocolli d’intervento cognitivo - comportamentale sono il Rilassamento Muscolare Progressivo di Jacobson ed il Training Autogeno di Schultz.

Rilassamento Muscolare Progressivo

Edmund Jacobson, medico psichiatra americano, partendo dal punto di vista psicofisiologico e da considerazione della psicologia sperimentale, elaborò un metodo di rilassamento progressivo del sistema muscolare definito “Progressive Relaxation”. Obbiettivo del rilassamento, secondo la tecnica di Jacobson, consiste nel ridurre la tensione residua che permane nei muscoli quando la persona, non allenata al rilassamento, si pone in condizione di riposo. Ad esempio l’Insonnia  può essere considerata come una tensione residua. Quando la persona impara a rilassare il Sistema Nervoso Volontario, successivamente sarà nelle condizioni di rilassare anche quello autonomo. Eliminando la tensione la persona non solo potrà percepire maggiormente uno stato di calma ma il rilassamento consentirà alla stessa di impiegare il riposo come inteso momento di recupero energetico.

Il Rilassamento Muscolare Progressivo di Jacobson prevede che il soggetto, in primo luogo, sviluppi la capacità di individuare lo stato di tensione muscolare. Per raggiungere questo obiettivo il terapeuta insegna al soggetto a percepire la differenza tra tensione e rilassamento, attraverso ripetuti esercizi di contrazione volontaria e prolungata delle varie zone del corpo, fino a quando sarà in grado di avvertire anche minime contrazioni muscolari.  Una volta che il soggetto ha imparato ad avvertire la tensione dei vari gruppi muscolari, sarà in grado di rilassare i muscoli che non sono interessati al movimento che sta effettuando e sarà anche in grado di applicare in ogni attività esclusivamente la quantità di tensione muscolare necessaria. 

Questa tecnica può essere utile per diverse problematiche, come:

  • Tensione generale molto elevata che esacerba stati somatici spiacevoli.
  • Nella cura di ansia, fobie e disturbi dell’umore.
  • Gestione dello stress: Momenti di stress elevato (es. problemi al lavoro, difficoltà economiche, lavorative, familiari, affettive).
  • Trattamento dell’insonnia.
  • Supporto per affrontare situazioni importanti (prima di una riunione, un intervento in pubblico, una gara sportiva, ecc).
  • Il maggior utilizzo lo trova nell’affrontare i disturbi psicovegetativi (o psicosomatici), migliorando significamene la qualità della vita di chi lo utilizza regolarmente. La tensione generale molto elevata può esacerbare stati somatici spiacevoli (es. emicrania, somatizzazioni, attacchi di vomito e dolore cronico).

Training Autogeno

Das Autogene Training è considerata l’opera sistematica e fondamentale di Johannes Heinrich Schultz, medico neurologo berlinese. Consiste nell’apprendimento e nell’allenamento costante di una serie di esercizi di rilassamento di tipo autoindotto. Le immagini mentali, dopo che è avvenuto il rilassamento fisico, inducono visualizzazioni piacevoli e rilassanti per richiamare sensazioni legate ai cinque sensi e possono essere a carattere generale o specifiche per sintomi particolari. Una volta appreso il Training Autogeno può essere sempre utilizzabile in situazioni diverse nella vita quotidiana.

Il Training Autogeno in ambito clinico è utile nella cura di ansia, insonnia, emicrania, asma, ipertensione, attacchi di panico e di altre condizioni (coliti, gastriti, dermatiti..) più o meno gravi. 

Dott. Sandro Veltri
Psicologo

Ambiti di intervento
  • Disturbi d’Ansia: Attacchi di Panico, Fobia Sociale, Fobie Specifiche, Ansia di Malattia, Paura di Volare, Paura di guidare in autostrada;
  • Disturbi Ossessivo-Compulsivi;
  • Disturbi dell’Umore: Depressione;
  • Disturbi del Sonno: Insonnia Cronica;
  • Disturbi Sessuali: Calo del Desiderio Sessuale, Eiaculazione Precoce, ritardata, assenza di orgasmo;
  • Corsi di Rilassamento: Training Autogeno – Rilassamento Muscolare Progressivo.
  • Disturbi Alimentari: Anoressia , Bulimia, Binge Eating, Eccessiva Attenzione alle regole alimentari (Ortoressia), Ossessione per il fisico perfetto (Visnoressia);
  • Neuropsicologia: Valutazione delle facoltà cognitive (attenzione, linguaggio, memoria, orientamento, autonomie) attraverso l’impiego di test specifici. Attualmente collaboro con un medico specialista in neurologia;
  • Disturbi di Personalità: Narcisismo, Personalità Dipendente, Borderline;
  • Training Comunicazione Efficace – Assertività: Potenziare la proprie capacità relazionali;